La risposta rapida è: entrambi. Tecnicamente e in termini di contabilità, le carte regalo sono un costo per un'impresa, mentre da una prospettiva moderna e saggia delle risorse umane, le carte regalo sono un investimento nel futuro della nostra azienda.

I buoni regalo sono uno dei tanti strumenti diretti della moderna policy di incentivazione per le aziende, che si occupano del benessere dei dipendenti, della motivazione dei dipendenti e dell'atteggiamento nei confronti del luogo di lavoro, incidendo indirettamente sulla competitività delle imprese sul mercato del lavoro e sulla loro immagine di datore di lavoro.

Questo criterio è diventato altrettanto importante con gli altri, a causa del cosiddetto sviluppo del mercato dei dipendenti - una volta che l'occupazione era associata alla sottomissione dei dipendenti all'azienda e alle relazioni disuguali, mentre oggi nelle organizzazioni sane e mature dovrebbe esserci un equilibrio nelle relazioni reciproche: La società impiega un dipendente perché apprezza le sue competenze, abilità e personalità, mentre il dipendente decide di scegliere una determinata azienda perché, oltre alla remunerazione competitiva, valorizza anche la reputazione del datore di lavoro, l'ambiente di lavoro, l'atmosfera e le persone. Un elemento importante che completa il tutto sono i benefit non salariali offerti ai dipendenti, come le carte regalo per marchi noti.

Le carte regalo vengono generalmente acquistate dalle imprese come pacchetti completi, i cosiddetti sistemi di "cafeteria" - sistemi di remunerazione che consentono ai dipendenti di scegliere tra una gamma di vantaggi offerti entro un certo limite finanziario. Un esempio di offerta di caffetteria: biglietti per palestra, piscina, fitness, carte prepagate, biglietti per eventi sportivi e culturali o solo buoni regalo e buoni per negozi di catene e marchi noti.

Al fine di motivare le aziende a utilizzare questa soluzione e la sua divulgazione e facilitare gli insediamenti finanziari, il sistema fiscale di molti Paesi, tra cui la Polonia, ha fornito incentivi fiscali e previdenziali (ZUS) relativi all'utilizzo di questa soluzione. Categorie e tipi specifici di buoni regalo destinati allo sviluppo dei dipendenti possono essere addirittura esentati dalla tassazione. In Polonia, questo limite ammonta a 1000 PLN per dipendente all'anno ed è regolato dal sistema di previdenza sociale dell'azienda (ZFŚŚ).

Esistono sul mercato numerose agenzie di benefit per i dipendenti (canale B2B) che, oltre a un'interessante offerta sostanziale (marchi interessanti in portafoglio) offrono anche un supporto completo nella risoluzione dei costi delle carte regalo - sanno quali carte rientrano nell'ambito delle prestazioni coperte dal fondo di previdenza sociale, come qualificarli come costi e fatturarli.

Amilon offre anche una vasta gamma di buoni regalo nel suo e-commerce internazionale Monexia - circa 200 marchi partner in tutto il mondo - che vengono utilizzati per premiare e motivare i dipendenti. Le carte regalo sono disponibili in vari importi e condizioni d'uso. Ti aiutiamo a sceglierle per la tua azienda e i tuoi dipendenti.

Rimaniamo a vostra disposizione per il contatto e la consulenza.

Articolo scritto da Karol Ziółkowski / Amilon Varsavia